Architetto
Bottiglia

Oil tasting

Arrivando alla Fattoria Casamora si è attratti dal mare argenteo degli ulivi che con le loro fronde colorano le colline fin sotto il Pratomagno. Ma, camminando all’interno, ci accorgiamo che gli ulivi non sono della stessa specie, hanno caratteristiche diverse: la loro diversità favorisce l’impollinazione e quindi la loro riproduzione, la loro crescita.

Da questa riflessione alla fine degli anni ’90 è nato a Casamora un nuovo progetto di "filiera olivicola", incentrato sulla lavorazione per cultivar differenziate per valorizzare il ricco patrimonio genetico di questa meravigliosa pianta mediterranea, che conta oltre 450 differenti specie, di cui ben 87 nella sola Toscana. Così ogni anno, nell’arco dell’intero mese di novembre, ognuna delle 6 differenti cultivar presenti negli antichi e nuovi uliveti di Casamora, sono raccolte separatamente, al momento della loro perfetta maturazione (diversa da cultivar a cultivar) e sono frante separatamente con o senza il nocciolo.

Nascono così in Fattoria 9 oli "gran cru" ed un blend; una meravigliosa gamma di profumi, aromi e sapori differenti, un invito ad effettuare con ogni olio fantastici abbinamenti culinari.

Per questo in Fattoria, nel corso dell’anno, affluiscono numerosi gruppi di visitatori per conoscere come nasce un olio attraverso un percorso didattico che va dall’uliveto alla bottiglia.

Poi nella sala di degustazione si apprende come assaggiare un grande olio, come individuare le sue note olfattive e gustative, come distinguere un prodotto agricolo da uno industriale. In enoteca poi, seduti a tavola si sperimenta, a lume di candela, l’emozione di nuovi abbinamenti tra gli oli di Casamora ed i prodotti tipici del Pratomagno.